Gianmaria Antinolfi Età, Bel Tempo Si Spera Diretta, Locali Notturni Castelfranco Veneto, Nome Alaska Temperature, Look In Italiano, Penna Parker Oro Valore, Coronavirus Frosinone Ultime Notizie, Foglio Di Calcolo Bolletta Energia Elettrica 2020, Foglio Di Calcolo Bolletta Energia Elettrica 2020, Ragazzo Fortunato Karaoke, Serie Tv Sulla Magia, Mare Lido Di Fermo Casabianca, " /> Gianmaria Antinolfi Età, Bel Tempo Si Spera Diretta, Locali Notturni Castelfranco Veneto, Nome Alaska Temperature, Look In Italiano, Penna Parker Oro Valore, Coronavirus Frosinone Ultime Notizie, Foglio Di Calcolo Bolletta Energia Elettrica 2020, Foglio Di Calcolo Bolletta Energia Elettrica 2020, Ragazzo Fortunato Karaoke, Serie Tv Sulla Magia, Mare Lido Di Fermo Casabianca, " />

Si era, infatti, passati nel corso di tre secoli da un censo minimo di 11 000 assi[47] ai 4 000 degli anni 214-212 a.C.[70][85] (pari alle 400 dracme argentee di Polibio alla fine del III secolo a.C.[71]) fino ai 1.500 assi riportati da Cicerone[86] e databili agli anni 133-123 a.C.,[87] a testimonianza di una lenta e graduale proletarizzazione dell'esercito romano, alla continua ricerca di armati, in funzione delle nuove conquiste nel Mediterraneo. La guerra per salvare Roma, L'esercito romano. [93] Questa mossa formalizzava e concludeva un processo, sviluppatosi per secoli, di graduale rimozione dei requisiti patrimoniali per l'accesso al servizio militare. [175] La presenza di due Augusti e due Cesari facilitava, infatti, la rapidità dell'intervento armato e riduceva i pericoli che la prolungata assenza di un unico sovrano poteva arrecare alla stabilità dell'Impero. [13], Secondo la tradizione, fu Servio Tullio a compiere una prima riforma timocratica dei cittadini romani[41] atti a prestare il servizio militare (obbligati ad armarsi a proprie spese e perciò chiamati adsidui[42]), suddividendoli in cinque classi (sei comprendendo quella dei proletarii[43]) sulla base del censo,[32][44] a loro volta ordinati in ulteriori quattro categorie: i seniores (maggiori di 46 anni: anziani) e gli iuniores (tra 17 e 46 anni: giovani), ovvero coloro che rientravano nelle liste degli abili a combattere; i pueri (di età inferiore ai 17 anni: i fanciulli) e gli infantes (di età inferiore agli 8 anni: i bambini) non ancora in età per prestare il servizio militare. Durante il periodo della monarchia e della repubblica, l'esercito romano era un esercito di cittadini-soldati, in altre parole il servizio militare era obbligatorio.Tutti i cittadini di età compresa tra i 17 e i 46 anni, in caso di bisogno, lasciavano il loro lavoro, si armavano a proprie spese e partivano in battaglia. Le fonti relative a questo periodo della storia militare romana non possono pertanto essere considerate affidabili al pari di quelle disponibili per epoche successive, come, ad esempio, a partire dalla prima guerra punica. Il reclutamento era indetto solo in caso di guerra, coinvolgeva i cittadini che avevano tra i 17 e i 60 anni di età e, dalla guerra contro Veio (406 a.C.) veniva corrisposto un indennizzo in denaro (stipendium) a rimborso della mancata attività lavorativa agricola. Non vos turbatis. [99] Furono poi eliminate le divisioni precedenti tra Hastati, Principes e Triarii, ora tutti equipaggiati con il pilum (non più l'hasta, che fino ad allora era in dotazione ai Triarii). A partire dal IV secolo, pur rimanendo formalmente l'obbligo generale al servizio, alcune categorie di cittadini sono avviate alle armi, mentre altre ne sono esentate. In totale dunque l’esercito romano nel I-II secolo d.C., al netto di successivi nuovi reclutamenti e creazione di nuovi reparti, contava all’incirca 400-450.000 uomini, sparsi in un territorio che andava dalla Britannia (conquistata da Claudio e che contava in media ben 3 delle circa 30 legioni) alla Mesopotamia. [237] Privato dell'esercito delle Gallie ed essendosi ridotti i possedimenti imperiali nelle Gallie a Provenza e Alvernia, l'Impero non era in grado di difenderle con il solo esercito d'Italia e nel 475/476 le due regioni furono conquistate dai Visigoti di re Eurico. Appesa al cingulum (simile ad una cintura) portava la spatha. [20] Plutarco racconta, inoltre, che una volta uniti tra loro, Romani e Sabini, Romolo introdusse gli scudi di tipo sabino, abbandonando il precedente di tipo argivo e modificando le precedenti armature. I 13 duces di frontiera orientali sono elencati nella Notitia per diocesi in cui risiedevano: Illyricum orientale (2 duces), Tracia (2), Pontica (1), Oriente (6) e Egitto (2). L'esercito era composto, a seconda dell'epoca storica, da varie componenti: le legioni di cittadini romani, gli alleati o le truppe ausiliarie, la flotta ravennate, di Miseno oltre a quelle fluviali e le guarnigioni di Roma (guardia pretoriana, coorti urbane e corpo dei vigili). Tuttavia, una traccia della vera organizzazione sopravvive: la Notitia mostra i duces della Caesariensis e Tripolitania come dipendenti al comes Africae. [240] Intorno al 460 l'esercito romano doveva essere l'ombra di sé stesso a causa della continua erosione del gettito fiscale, favorendo le spinte centrifughe dei Foederati germanici che ridussero in pratica l'Impero all'Italia o poco più. Si trattava di un'iniziativa resasi necessaria anche a causa della perdita degli Agri decumates tra il Reno ed il Danubio, che aveva portato i vicini Germani a trovarsi più vicini alla penisola italica, centro del potere imperiale.[169]. L’esercito romano era ben organizzato e numeroso. [212] Tuttavia, i decreti imperiali del ca. [16] L'esercito conteneva forse anche le prime forme di carri,[17] a cui sembra alludere il riferimento al termine flexuntes[18] (o flexuntae: "carrettai, costruttori di carri") usato a volte per riferirsi alla cavalleria romana. Il servizio durava invece fino ad un massimo di 16 anni. Il risultato fu un esercito romano nel nome, ma sempre più estraneo alla società che era chiamato a proteggere. ... un andamento discendente sotto i Regni romano-barbarici dei secc. Le classi censitarie erano sei, dalla più alla meno ricca: la prima forniva 18 centurie di cavalieri e 30 di fanti, la seconda e la terza 20 centurie di fanteria pesante ciascuna, la terza 20 di fanteria leggera, la quinta 30 di arcieri e frombolieri, mentre la sesta (proletarii, nullatenenti) forniva 5 centurie di supporto logistico (artigiani, falegnami, fabbri, marinai, trombettieri). Ma se l'Impero fosse riuscito a controllare l'immigrazione dei Barbari e a romanizzarli, sarebbe riuscito a sopravvivere. All'interno dei massimi livelli di entrambe le branche, le trasformazioni strutturali occorsero sia in conseguenza di effettive riforme militari, sia per l'emergere di naturali evoluzioni strutturali. Prima di queste riforme, la fanteria era divisa nella classis dei cittadini ricchi e nella infra classem dei cittadini più poveri. L'età minima per i volontari (non più costretti a prestare il servizio di leva) era ora stabilita a 17 anni, quella massima a 46. Le invasioni barbariche e la fine dell'Impero Romano d'Occidente. Bando sequite. [233] Sempre Vegezio lamentava poi che i proprietari terrieri, non intendendo perdere manodopera, escogitavano diversi espedienti pur di non fornire soldati all'esercito, ricorrendo anche alla corruzione degli ufficiali reclutatori: ciò fece sì che, invece di reclutare gente idonea al combattimento, venissero reclutati pescatori, pasticcieri, tessitori e altre professioni ritenute non idonee da Vegezio. [96], Il servizio attivo permanente subiva così un importante cambiamento nel 107 a.C. La Repubblica romana fu costretta ad assumersi l'onere di equipaggiare e rifornire le truppe legionarie, permettendo a tutti, compresi i nullatenenti, di arruolarsi. Il comandante della cavalleria era invece il praefectus equitum, a cui facevano riferimento i comandanti di squadrone (decuriones) e di retroguardia (optiones). [15] La cavalleria era di molto inferiore in numero e consisteva probabilmente unicamente dei cittadini più ricchi della città. L'esercito romano era formato esclusivamente da uomini liberi. [33] Livio ci informa che Tullio riformò l'esercito trasponendovi la struttura originariamente concepita per la vita civile, quale risultato del censimento[32] A qualsiasi livello, il servizio militare, a quell'epoca, era considerato un dovere civico e un modo per ottenere un avanzamento di status all'interno della società.[34]. Riconoscere nel conflitto fra Senato ed esercito la causa principale dell’anarchia militare Capire la riforma tetrarchica in relazione alla complessità di un impero globalizzato Cogliere l’evoluzione del sistema fiscale romano dalla Repubblica fino a Diocleziano [171], La strategia dei due imperatori può essere considerata, col senno di poi, efficacissima nel breve termine (le incursioni barbariche, infatti, vennero respinte senza problemi per buona parte del IV secolo), ma deleteria quanto ai suoi effetti finali, dato che i costi enormi per il mantenimento dell'esercito finirono per pesare sempre di più su una struttura economica e produttiva già in grave crisi. [25] E da ultimo sembra che Romolo costituì una guardia personale di trecento cavalieri chiamata Celeres[26][27] (eliminata poi da Numa Pompilio[28]), similmente a quanto fece oltre settecento anni più tardi Augusto con la creazione della guardia pretoriana a difesa del Princeps. Sotto questo imperatore, Roma non solo fu dotata di una nuova cerchia di mura imponenti, ma le coorti urbane furono alloggiate per la prima volta separatamente dalle coorti pretorie, nei castra urbana. [175], Anche il sistema difensivo dei confini venne reso più elastico e "profondo": alla rigida difesa del vallum venne aggiunta una rete sempre più fitta di castella interni, collegati tra di loro da un più complesso sistema viario (un esempio su tutti: la strata Diocletiana in Oriente). Secondo Tito Livio, attorno alla metà del IV secolo a.C., durante la guerra latina, le legioni erano composte da 5 000 fanti e 300 cavalieri. Inoltre, qualunque resoconto avessero tenuto i Romani all'epoca, sarebbe andato distrutto quando la città fosse stata in seguito saccheggiata. Un'eccezione conosciuta, durante questo periodo, di legioni formate da province senza cittadinanza, fu la legione arruolata nella provincia di Galazia. I gradi più bassi della nuova gerarchia militare prevedevano, oltre ai soliti centurioni e tribuni, anche i cosiddetti duces,[185] i quali avevano il comando territoriale di specifici tratti di frontiera provinciale, a cui erano affidate truppe di limitanei. [29], Secondo Pietro De Francisci i primi eserciti erano formati dalle gentes, unitamente ai rispettivi clientes. [69], I cittadini romani erano, inoltre, obbligati a prestare servizio militare, entro il quarantaseiesimo anno di età, per almeno 10 anni per i cavalieri e 16 anni per i fanti (o anche 20 in caso di pericolo straordinario). I rematori (remiges) potevano essere schiavi o prigionieri di guerra, i marinai (nautae) liberti o alleati. [100][101] Ogni coorte era formata da tre manipoli oppure da sei centurie, composte a loro volta da un centurione, un optio, un signifer, un cornicen (che si alternava con un tubicen nello stesso manipolo, ma dell'altra centuria) e 60 legionari, per un totale di 64 armati a centuria, ovvero 384 a coorte. La leva del 403 a.C. fu la prima a essere richiesta per una campagna che durasse più di una sola stagione[51] e da questo momento in poi tale pratica divenne gradualmente più comune, se non proprio abituale. Vegezio, autore di un manuale di strategia militare redatto tra la fine del IV secolo e la prima metà del V secolo, si lamentò per l'imbarbarimento progressivo dell'esercito romano, il quale, cominciando a combattere alla maniera barbarica, perse il suo tradizionale vantaggio nella superiore disciplina e strategia militare; lo stesso Vegezio si lamentò per il fatto che l'imperatore Graziano avesse permesso ai suoi fanti, probabilmente di origini barbariche, di non indossare più elmo e armature, esponendoli maggiormente alle armi nemiche e portando come nefasta conseguenza a diverse sconfitte contro gli arcieri goti.

Gianmaria Antinolfi Età, Bel Tempo Si Spera Diretta, Locali Notturni Castelfranco Veneto, Nome Alaska Temperature, Look In Italiano, Penna Parker Oro Valore, Coronavirus Frosinone Ultime Notizie, Foglio Di Calcolo Bolletta Energia Elettrica 2020, Foglio Di Calcolo Bolletta Energia Elettrica 2020, Ragazzo Fortunato Karaoke, Serie Tv Sulla Magia, Mare Lido Di Fermo Casabianca,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *